SALMONE MARINATO

salmone marinato
visto che in giro per i vari foodblog ne ho viste alcune versioni

ho voluto provare questa che ho visto fare da Igles Corelli
tempo fa su Gambero Rosso Channel.
devo dire che ha riscosso un grande successo la sera di Capodanno

SALMONE MARINATO

– Un filetto di salmone fresco senza spine, toglierle tutte con la pinzetta, e senza squame, toglierle tutte sotto l’acqua corrente.
– Cospargere di una miscela di 1/2 sale e 1/2 zucchero in una quantità come fosse una panatura. (circa 4 cucchiai)
– Aggiungere a piacere semini di finocchio, coriandolo, pepe nero, fettine di zenzero fresco, o altre erbe aromatiche fresche
– Coprire di fette di arancia o lime o pompelmo sottili.
Io ho fatto un filetto di salmone con coriandolo, finocchio e arancia, e un filettone di trota salmonata con zenzero fresco.
– Lasciare in frigo, coperto con pellicola per 24/48 ore.

– Togliere dalla marinata, lavare un po e asciugare bene.
– Tagliare a grossi cubi scartando la pelle, condire con olio e chicchi d’uva o altra frutta fresca a scelta.
– Io l’ho affettato sottile e disposto le fettine in un piatto, guarnito con spicchi di pompelmo rosa e giallo e condito con olio e limone (controllare il sale)
– La ricetta prevedeva di cospargere anche con scaglie di cocco fresco oppure semi di sesamo.
– Servire abbinato a quenelle di formaggio bianco fresco (oppure con formaggio di yoghurt) condito con origano olio e pepe o anche con burro freschissimo.
– Accompagnato da fette sottilissime di pane unte di olio e tostate in forno

Buon appetito

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

4 commenti

  1. straGnam!!
    Lilli….
    Da copiare subito!!La prossima volta faccio qs…;.)))
    mi piace!!
    Brava…

    Rispondi
  2. saluti al bolognese di passagio

    ci preparerai magari tortellini?

    :*

    Rispondi
  3. Complimenti, bella ricetta.

    Mucca

    Rispondi
  4. @ #6 utente anonimo (chi sei #6?)

    grazie, l’ho anche già provato così una volta.
    messo nella wok, sopra la griglietta, con pochi trucioli fatti da me, te nero e verde ;-), erbe aromatiche secche.
    bruciati a fuoco vivo per pochi minuti, spento, messo pesce, chiuso bene con coperchio per qualche minuto.
    messo in frigo ma ben chiuso 😀

    questo metodo l’ho imparato da un bravo cuoco giapponese di un ristorante dove sono andata per un po a cucinare per passione.

    grazie ancora, lo devo riprovare… 🙂

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: