BBM CookBook: Italian Version………rilancio


Chi, tra i foodblogger e lettori di passaggio,  non vorrebbe ricevere un pacchetto con un libro di cucina misterioso?

Io adoro i libri di cucina, ho persino scoperto che ho la tendenza a ….ehm…diciamo prenderli in prestito, ai miei familiari ::))

CHI
La Sandra, sempre vulcanica e piena di idee, ha lanciato questa bella iniziativa, vi riporto una sintesi del suo post che potete trovare QUI

E’ il primo BBM a cui riesco a partecipare e quindi, rilancio volentieri questa iniziativa, per pubblicizzarla più possibile.

COSA
"Di cosa si tratta??
Nello specifico di inviare un libro di cucina cha avete a casa o che magari vi è stato regalato doppio, o che magari vi è stato lasciato in ricordo da un amica o che avete trovato in un mercatino, o nella soffitta della nonna…Non vi chiedo di certo il vostro preferito… (ma anche quello, se pensate di poterlo abbandonare per una buona causa) …e se volete, in aggiunta: una confettura fatta con le vostre mani, dei cioccolatini, cookies…"

COME
"inviare una mail a me sandra punto salerno at tiscali punto it, con il  vero indirizzo di casa, nonna, ufficio, nursery o quello che preferite.. nell’oggetto della mail scrivere BBM Cookbook  più l’indirizzo del blog o di quello che "vi ospita" …questo per i commentatori ufficiali (vedi: la terry, marco, Omar …)

Molto Importante: specificate nella mail se avete delle allergie alimentari o intolleranze.."

QUANDO
"Termine ultimo per l’iscrizione 28 Febbraio 2006 ore 24 p.m

Ed il termine per l’invio dei libri sarà l’8 Marzo 2006:potrete spedire tramite Posta (Paccocelere e Raccomandate), Ups, Dhl..etc…"

io mi sono iscritta, vi aspettiamo……

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

12 commenti

  1. utente anonimo

     /  domenica, 19 febbraio 2006

    (wasntme)
    Grazie!!!
    Baci
    S

    Rispondi
  2. utente anonimo

     /  domenica, 19 febbraio 2006

    Vi aspettiamo numerosi!!!
    Sandra
    Grazie a Lilli!!
    http://www.untoccodizenzero.it/blogger.html

    Rispondi
  3. hehe, il Manuale di Nonna Papera, è un mito………..è uno di quelli “presi in prestito” alla mia sorella Vittoria 🙂

    Lilli

    Rispondi
  4. utente anonimo

     /  lunedì, 20 febbraio 2006

    MAnuale di nonna papera??Stragulp!!Posso fotocopiare qualcosa??^§^
    Baci
    Sandra (alias Gourmet)

    Rispondi
  5. Non si capisce dalla foto che mi hai fatto a che generazione appartengo? Ehm, forse sì dimostro qualche anno in più…
    Sono tra Lorenzo e Nicola…

    Rispondi
  6. avrei dovuto scrivere apparteniamo 🙂
    anche io sono tra Lorenzo e Niko

    ma così è un po vago….

    direi i mitici anni 60

    🙂

    Lilli

    Rispondi
  7. Ecco appunto, dimostro più anni di quelli che ho…
    Fisicamente sono tra Lorenzo e Niko…per il resto sono coetaneo di Niko…mitici anni ’70…
    😉

    Rispondi
  8. utente anonimo

     /  lunedì, 20 febbraio 2006

    Allora il mitico Bacco deve partecipare al BBM!! Sei nei mitici 70!!
    Dai su!!
    Mik…:-)
    SANdra

    Ciao Lillina!!

    Rispondi
  9. io ho provato con questa ricetta.
    COME FARE IL BURRO
    Per fare il burro ci vuole un buon latte intero, fresco, appena munto e quindi non sottoposto ad alcun trattamento o manipolazione.
    Si lascia riposare in un recipiente coperto in ambiente fresco per 24 ore, poi si esegue la scrematura, togliendo con un cucchiaio la panna che si sarà formata in superficie.
    La panna così raccolta va messa in un contenitore di vetro a chiusura ermetica.
    Per circa mezz’ora si deve agitare il recipiente, e si vedrà, alla fine che il latticello si sarà diviso dal burro.
    Si filtra attraverso una garza, e si elimina il latticello. Con le mani, si lavora il burro e gli si dà la forma voluta, magari con uno stampo.
    Il latticello rimasto può essere utilizzato come bibita dissetante, con blando effetto lassativo, o come base per minestre.
    Si può ottenere il burro anche partendo dalla panna liquida fresca del supermercato.

    COME CONSERVARE IL BURRO FATTO IN CASA

    Come già detto, essendo privo di conservanti, è facilmente deperibile.
    – conservazione a freddo: va messo in un contenitore profondo e stretto e compresso con un cucchiaio bagnato, dopodiché si capovolge il contenitore e va scolata l’acqua rimasta. Si avvolge strettamente in carta forno e si conserva in frigo
    – conservazione a caldo: si mette il burro in una pentola d’acciaio ben asciutta, su fiamma vivace e si fa fondere. Aspettare che dopo aver prodotto schiuma risulti limpido omogeneo e di colore giallo oro. A questo punto si elimina la schiuma e si fa intiepidire. Si filtra e si versa in appositi contenitori di coccio o stampini, si copre con carta oleata e si mette in frigo.

    In rete trovi anche altre ricette per salarlo e aromatizzarlo…ma prima bisogna imparare a farlo bene…in bocca al lupo

    Rispondi
  10. vedo tutto questo entusiasmo e io invece non lo provo… sarà perché ho pochi libri di cucina e per di più in tedesco? o sarà perché forse sono poco sociale? o socevole? chissà… per ora mi beo dei vostri racconti di cucina e delle sensazioni, belle, che mi evocate…
    ghat 🙂

    Rispondi
  11. utente anonimo

     /  sabato, 25 febbraio 2006

    Abbiamo gli stessi libri praticamente!!!

    Favoloso!

    Sara

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: