PASTIERA NAPOLETANA


ricetta di Assunta Paradiso, napoletana verace, dettatami a voce nel lontano 1999 e poi provata più volte con alcune lievi variazioni, assaggiata e approvata dalla stessa Assunta.
Alcune variazioni le ho fatte con l'aiuto di Syscho, altro napoletano verace.
Quando la faccio non ne preparo mai meno di doppia dose.

IL GRANO

200 gr. di grano secco.
viene fatto cuocere in un litro di acqua e in una grossa pentola dato che dopo….viene messo a riposare in una coperta calda per tutta la notte.

oppure

250 gr. di grano cotto per pastiera, reperibile in barattolo nei supermercati, la ricetta originale vorrebbe il lungo procedimento del grano messo a bagno per molti giorni e poi cotto a lungo (ho provato anche questa versione ma quello pronto va bene per Assunta, quindi anche per me).

cuocere lentamente con 2 bicchieri di latte, un pizzico di sale, un cucchiaio di burro, buccia di arancia e di limone, per 20 minuti circa, deve risultare come una crema.
lasciar raffreddare.

LA PASTA FROLLA
una pasta frolla classica fatta con 300 gr. di farina, 150 gr. di burro, 150 gr. di zucchero e 1 uovo.

il grano e la pasta frolla si possono preparare il giorno prima.

RIPIENO
250 gr. di ricotta romana
250 gr. di zucchero
50 gr. di arancia e di cedro canditi (se possibile fatti in casa) facoltativi, io li metto solo se ho quelli fatti da me.
6 uova
una bustina di vanillina
2 pizzichi di cannella in polvere
3 cucchiai di acqua di fiori d'arancio, essenza per dolci reperibile in negozi specializzati. (esiste la versione sintetica in fialette nei supermercati)
mescolare tutto, risulta piuttosto fluido. Unire anche il grano cotto e tenere da parte.

PROCEDIMENTO
stendere 3/4 della pasta frolla nella tortiera rotonda da cm. 25 diam. in uno strato sottilissimo. (meglio con la carta forno sotto, se la bagnate prima aderisce bene)
per farla sottile consiglio di tirarla fuori dal frigorifero e affettarla come un salame a fette sottili che poi metterete una accanto all'altra nella tortiera e  unire le fette con la pressione delle dita, fate con lo stesso sistema anche un bordo alto 3/4 cm.

versate il ripieno e decorate la superficie con strisce larghe 2 cm. e tagliate con la rotella dentata, disposte a griglia ma a formare delle losanghe.

cuocere in forno basso, ca. 160/200 per circa 2 ore.
la pasta frolla e la superficie devono essere leggermente dorate

fredda è molto più buona, l'essenza di fior d'arancio si sente di più.
servire spolverizzata di zucchero a velo messo al momento.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

4 commenti

  1. da farsi del male serio ;-DDD mia madre ci impazzirebbe….

    Rispondi
  2. cara Lilli finalmente sono tornata a trovarti
    ora ho deciso che almeno una volta alla settimana posto e dopo visito i blog amici
    ciao e a presto!
    Lu

    Rispondi
  3. @anonimo

    …appunto

    Rispondi
  4. lilli, pure questa di pastiera ha il suo ottimo perchè, che bella e chissà che buono uhmmm (non mi ci fa pensa che devo dimagrire! 😉 )

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: