la marmellata di pere di Nonna Ines


questa è la ricetta originale della marmellata di pere di mia Nonna paterna, che ricordo come un’esile vecchietta, aveva però il carattere di un generale.
ha sempre vissuto schiavizzando sua sorella la quale, non essendosi mai spostata, viveva con cognato e nipoti, credo da sempre.
entrambe erano ottime cuoche e rimangono diversi quaderni con le ricette trascritte pazientemente dalla nipote, mia omonima zia Laura, altra zitella della famiglia….

la casa era circondata da terreni coltivati, con molti alberi da frutta e moltissime piante che producevano pere di ogni qualità, comprese quelle immangiabili da crude, ma ottime per produrre conserve.

le marmellate sono tutt’ora un rito di fine estate e questa di pere rimane, dopo quella di fichi, la mia preferita, seguita da quella di albicocche.

l’utilizzo di una parte di zucchero parzialmente caramellato, conferisce un sapore che io ho ormai fissato nella mia memoria gustativa e olfattiva. devo confessare che negli ultimi anni è sempre stata mia mamma a produrne pochi barattoli, sembra che piaccia solo a noi due, e me ne fa omaggio ogni anno di uno o due.

l’ultima produzione è di un mesetto fa e rimando l’apertura del prezioso barattolino, anche perchè una volta aperto a cucchiaiate lo finisco in un solo giorno.

INGREDIENTI: pere di tipo duro (non si devono disfare) kg 5, zucchero kg 1,5, succo e buccia di un limone, sale, poco alcool per liquori.
 
Sbucciare e pulire bene le pere,ridurle a fette o (io preferisco) cubetti, metterle al fuoco dolcissimo in una pentola dal fondo pesante della quale conoscete il peso esatto, e far consumare fino ad avere 3 kg di frutta cotta.

far caramellare al primo stadio la metà dello zucchero e aggiungerlo alle pere insieme al resto dello zucchero, cuocere ancora 5 minuti e prima di ritirare dal fuoco, aggiungere il succo e qualche pezzetto di buccia di limone, un pizzico di sale.

il procedimento originale prevedeva di farla freddare e invasarla coprendo con una carta velina e poi uno strato di alcool puro da liquori, io la invaso bollente, chiudo bene e capovolgo i barattoli fino a quando non sono freddi, creando una sorta di sottovuoto.

Annunci
Lascia un commento

8 commenti

  1. Ma ninni.. che meraviglia qs marmellata della nonna!!!
    Avevo proprio voglia di pere…
    baci
    P.s. ma domani mi fai compagnia con un bicchiere di vino??

    Rispondi
  2. Cara Lilli,
    sono anch’io infatuato della marmellata di pere, da quando tanti anni fa provai a farla con le pere selvatiche che crescevano nel giardino di una casa di campagna.
    Il fatto che fossero poco dolci andava perfettamente d’accordo con l’aggiunta di zucchero e la marmellata era gustosa ma non dolcissima. Però quella di fichi per me non si batte!
    D’altronde è proprio il fico che ha una marcia in più sugli altri frutti, no?
    Ciao
    Rob

    Rispondi
  3. Ammetto di non aver mai assaggiato una marmellata di pere. Ero ferma al succo 🙂

    Che meraviglia sono le ricette delle nonne. La mia possiede decine di fogli sparsi e non numerati e spesso confonde parti di ricette diverse 🙂
    …nome grazioso Ines.

    Rispondi
  4. squisite le marmellate fatte in casa, e poi vederle scritte così è dolcissimo, ciao Lilli!

    rosso fragola

    Rispondi
  5. LlLLI……………
    la tua marmellata di pere sembra non male.
    prova a metterla su un trancio di rombo al vapore e ed estratto al lime.
    Batavia Birichin
    Buon appettito

    Rispondi
  6. WOW….
    quale onore 😉
    una stella sul mio blog

    Rispondi
  7. Ciao Lilli, è un po’ di tempo che non venivo a “farti visita” e devo dire che questa ricetta della marmellata di pere della nonna è una vera chicca. Valeva la pena non perdersela 😀

    Pensa che mia madre poco tempo fa ha fatto una marmellata di pere e mele che era una delizia. Proprio sabato scorso ci ha fatto una crostata quando siamo andati a trovarla. 😛

    Ciao, ti prometto che tornerò più spesso 😀 Jacopo

    Rispondi
  8. utente anonimo

     /  sabato, 24 settembre 2011

    che schifo blaaaaaaaaaa

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: