Cucina turca: Antep Ezme o Antep Salata (insalata piccante)

DSCF0079


Tradizionalmente i pasti in Turchia si aprono con antipasti (Meze) e insalate (Salatlar) e la varietà è infinita. Ogni regione ha le sue specialità e la regione di Gaziantep (o
Antep) è famosa per la sua cucina.

Nei ristorantini tradizionali (Lokanta) esiste una vetrina refrigerata con i piatti pronti e in vista, da scegliere prima di sedersi a tavola.

Questo è uno dei piatti turchi che maggiormente mi ricorda la vacanza a causa del suo profumo intenso e del sapore piccantino, si mangia spalmato sul pane e non si smetterebbe più.
La ricetta ha come potete immaginare, molte varianti con più o meno ingredienti, questa è completa ma alcuni possono essere facoltativi a seconda dei gusti.


ingredienti base
6 pomodori maturi
2 peperoni verdi a cornetto
2 cipolle
5-6 spicchi d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 cucchiaino di menta secca
1 cucchiaino di peperoncino
1 cucchiaio da tavola di salsa di peperone
1
cucchiaio da tavola di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di sale
1 succo di limone
1 bicchierino di olio di oliva

ingredienti facoltativi
1 cucchiaino di pepe nero
1 cucchiaino di origano
2 cucchiai da tavola di sumac
(Rhus coriaria L.)
3-4 cucchiai da tavola di succo di melograno


Va tagliato tutto a pezzettini piccolissimi, sconsiglio l’uso del tritatutto, meglio un buon coltello altrimenti si rischia di ottenere una pappetta.

Sbollentate i pomodori, spellateli eliminate i semi e tagliateli, salateli e metteteli in un colino a perdere l’acqua di vegetazione.

Pulite e tagliate i peperoni, salateli e lasciateli a sgocciolare anche loro. Se non trovate quelli a cornetto verde chiaro usate quelli disponibili, io avevo quelli rossi e gialli e ne ho utilizzato 2/3 di ognuno visto che sono più grossi di quelli turchi.

Tagliate la cipolla a pezzettini e mettetela a bagno in acqua salata, poi scolate bene.

Io l’aglio l’ho messo intero per esigenze personali ma nella ricetta ci va almeno 1 spicchio tritato. Tritate il prezzemolo.

DSCF0052DSCF0053DSCF0055DSCF0056DSCF0073

Quando il tutto è ben sgocciolato unite in un’ampia insalatiera e passate alle spezie, erbe e al condimento, aggiungete menta, peperoncino, le due salse, il succo di limone, il sale. Gli ingredienti facoltativi a seconda dei gusti.

Per la grigliata di pasquetta è perfetta sul pane tostato.

Auguri a tutti.
lilli

DSCF0061DSCF0068DSCF0065DSCF0062DSCF0070DSCF0072

COLE SLAW


Questa è un’altra delle ricette che per me fanno famiglia, insomma una delle mie manie.
Originaria del Nord degli Stati Uniti, è insolita per noi italiani che, d’abitudine, tendiamo a storcere il naso di fronte a preparazioni con la panna.

La freschezza del cavolo e il sapore agrodolce smorzano la ricchezza del condimento.
La consumo ogni anno sotto Natale, abbinata al Tacchino ripieno.
Quando mi è capitato di farla per amici, ha sempre riscosso un gran successo.

dose per 6/8 persone
 ▪     1/4 di tazza d’aceto
 ▪     1 cucchiaio di burro
 ▪     1 cucchiaino di sale
 ▪     1 cucchiaio di zucchero
 ▪     1 punta di senape o mostarda anche in polvere
 ▪     3 uova intere
 ▪     1/4 di tazza di panna
 ▪     Un’insalatiera piena di cavolo verza o cappuccio, tagliato sottilissimo (circa 1 kg)
1. Scaldare l’aceto con il burro e lo zucchero
2. Sbattere a parte le uova con sale e senape e aggiungerle nel pentolino, mescolando, finché non siano raddensate
3. Fuori del fuoco aggiungere la panna liquida
4. Versare sul cavolo crudo almeno 2 o 3 ore prima di servire, si conserva in frigo.